Social Media “fai da te”? Si Può! Ma con questi consigli!

L’ultimo anno ci ha costretto a comprendere come i social media siano vitali per qualsiasi attività commerciale. Dal piccolo negozio di abbigliamento fino alla grande catena di supermercati tutti hanno avuto bisogno dei social media per continuare efficacemente la vendita dei propri prodotti o almeno limitare i danni della chiusura a causa del lockdown. Chi non era pronto se l’è vista brutta.

I social media rendono le nostre attività vive e presenti sul mercato e rappresentano il metodo migliore e più economico per pubblicizzarci, ad un costo più accessibile, rispetto alla vecchia comunicazione (cartellonistica e volantinaggio) spesso troppo costosa per le piccole o medie attività.

Oggi, noi di Pime vorremmo condividere qualche piccolo consiglio per far sì che anche un piccolo imprenditore possa gestire i social della propria attività in modo più efficace e, per quanto possibile, trasformarli in una vera e propria miniera d’oro per la propria attività anche “fai da te”.

Ti assicuriamo che non sarà semplice ma siamo certi che se leggerai questo articolo fino alla fine riuscirai ad applicare questi pochi consigli con disinvoltura.

 

Questo articolo si propone di essere una introduzione alla comunicazione social: ecco un piccolo indice. Se vuoi clicca su uno degli argomenti e approfondiscilo singolarmente, comunque noi ti consigliamo di leggerlo tutto per avere una visione completa.

Qual è il social giusto per la tua attività?

Abbiamo già analizzato ed affrontato questo argomento in un articolo di qualche mese fa (puoi trovarlo qui), ma vogliamo comunque approfondirlo in questa guida.

Quando ci si avvicina ai social in funzione della necessità di aumentare i guadagni della propria attività, immancabilmente si incorre in parecchi erroracci. Uno dei primi è piazzare la propria attività ovunque: Instagram, Facebook, Tik tok, Pinterest, Twitter, Linkedin ecc. Non c’è cosa più sbagliata, soprattutto se non ci si affida ad un’agenzia come la nostra e si è da soli a pianificare la propria 

comunicazione. In questo modo andrai incontro ad una mole di lavoro davvero complicata da gestire, e ti ritroverai a dover investire davvero tanto tempo, che non hai, alla tua comunicazione.

Quindi, in sostanza, smetti di schiaffare la tua attività ovunque. Come tutto sui social media, la distribuzione dei contenuti va fatta in base alla tua clientela attuale oppure alla tua clientela desiderata.

Scegli la piattaforma più giusta per i tuoi clienti in base all’età (a grandi linee):

Facebook= 19-65+  /  Instagram=16-35  /  Tiktok= 13-18

Per approfondire l’argomento leggi l’articolo.

 

 

Quando e come pubblicare i tuoi contenuti?

Siamo arrivati alla parte migliore, I SOCIAL GIRANO INTORNO AI CONTENUTI!

Non pensare che per i social della tua attività basti pubblicare foto dei tuoi prodotti con didascalie del tipo “La migliore qualità” oppure “Il meglio solo da Pippo e figli”. Non funziona, evita di sprecare il tuo prezioso tempo.

Di seguito troverai rapidi consigli su come strutturare dei buoni post:

 

Creare contenuti di interesse per il tuo pubblico (i tuoi clienti attuali o potenziali)

In quanto attività, ti trovi in una nicchia, grande o piccola che sia, del mercato italiano/europeo/internazionale.

Hai un pubblico ed hai mercato. È solo il momento di dare al mercato ciò che vuole: pubblica sui tuoi social quello che i tuoi clienti preferiscono. Se hai un negozio di dischi vintage offri dei contenuti interessanti (video e curiosità) e poi legali ai tuoi prodotti di punta. A tutti i tuoi clienti interessano i tuoi prodotti ma di certo non vogliono vedere spot pubblicitari tutta la settimana.

I social media sono piattaforme sulle quali tutti noi navighiamo per rilassarci, divertirci e/o informarci. Le foto dei tuoi prodotti devono avere un contenuto di valore e dare una motivazione valida ai nuovi utenti per seguirti. I tuoi clienti vogliono curiosità, storie ed informazioni sui tuoi prodotti: forniscigliele e vincerai!

*Una bella foto semplicemente replicabile con un cellulare
Attenzione alla qualità!

Ogni giorno passano sui nostri feed (per chi non lo sapesse è la schermata principale di Instagram e di Facebook) immagini di

scarsissima qualità, foto di cibi o prodotti veramente interessanti ma presentati malissimo. Abbiamo notato questo fenomeno soprattutto sul nostro profilo aziendale (dove trovi moltissimi consigli per migliorare la tua pagina: facci un salto @pime_web), visto che seguiamo molte attività. Trovi sul nostro blog un articolo a proposito di questo argomento (ecco l’articolo)

Quando pubblichi un post sulla tua pagina assicurati che sia di qualità come quando produci o vendi uno dei tuoi prodotti in negozio. Sono sicuro che un pizzaiolo non servirebbe mai una pizza completamente annerita. Allo stesso modo è bene non pubblicare sul tuo profilo una foto scura, sgranata e piena di filtri.

Posso consigliarti:

  • L’acquisto di un buon telefono (non c’è differenza fra i marchi)
  • Cerca di fare foto abbastanza luminose ma non troppo (puoi acquistare una luce a meno di 50 euro su piattaforme come Amazon.com)
  • Affidarti ad un giovane fotografo per avere dei contenuti di qualità maggiore.

Per approfondire l’argomento leggi l’articolo.

 

Identità sui social media.

È vitale, nel processo di creazione del post, dedicare qualche minuto alla comprensione del modo migliore per rendere unica e indistinguibile la tua foto o il tuo video.

Lavorare sull’identità del tuo brand è essenziale per rendere riconoscibili i tuoi post a colpo d’occhio. Un colore che ricordi la tua attività (anche se un po’ complesso riuscire da autodidatti in questo) o apporre semplicemente il tuo logo su ogni post, ti aiuterà a farti riconoscere e a proteggere i tuoi contenuti dai ladroni.

 
Comprendere cosa desiderano i clienti della tua attività.

Sarebbe bello poter leggere nel pensiero dei tuoi clienti per riuscire a capire cosa si aspettano dai social della tua attività ma purtroppo non ti è (ancora) permesso.

Però noi agenzie abbiamo le nostre fonti. Innanzitutto, ci aiuta molto l’esperienza. Molte agenzie, come noi di Pime, sono specializzate in nicchie di mercato ben precise e quindi sanno già bene come lavorare con i social del cliente.

Generalmente preferiamo lavorare testando ed è quello che consigliamo anche a te: testa i post, nota quali “modelli” di post funzionano di più con la tua audience in base ai “Mi piace”, ricordati però di analizzare un post anche tenendo d’occhio i commenti, le condivisioni e le aggiunte ai preferiti!

 
Migliori orari di pubblicazione

Arriva la domanda del secolo, ma non preoccuparti, è la più semplice. Fino a pochissime settimane fa Instagram ti permetteva di visionare i giorni e gli orari nel quale i tuoi follower erano più attivi, ora non è più possibile. In ogni caso ti possiamo consigliare di pubblicare principalmente in due fasce orarie: 13-14 oppure 20-21.

Queste fasce orarie, in base alla nostra esperienza, sono le migliori ma i dati variano da attività ad attività. Con alcuni clienti ci è capitato di constatare che il momento migliore (quello che riusciva a darci risultati più interessanti) per pubblicare fosse fra le 21-23 di sera o fra le 9-11 del mattino e questo è ovviamente da valutare in base al tipo di utenza.

Ovviamente in base al periodo o al giorno della settimana gli orari possono variare, il nostro consiglio è sempre lo stesso, TESTARE!

 

Quanti post pubblicare?

Eccoci arrivati alla domanda da un milione di dollari. Durante le consulenze il 99,99% dei clienti ci pone questo semplice quesito:

 

“Quanti Post devo pubblicare?”

La nostra risposta è sempre la stessa: “Non c’è una quantità di post settimanali o giornalieri consigliati dai social media” ma, detto fra noi, spesso bastano 2/3 post a settimana. OVVIAMENTE tutto varia molto in base al tipo di attività, alla quantità di prodotti e alla quantità di follower presenti sulla tua pagina o profilo.

In linea generale comunque non dovresti riempire la tua pagina o il tuo profilo con 10 post a settimana o più. Noi ti consigliamo di inserire dai 2 ai max 5 post settimanali e, se proprio hai bisogno di più “spazio”, sfrutta al massimo le stories messe a disposizione da Facebook ed Instagram.

 

“Quante stories devo pubblicare?”

Come per i post, non c’è una quantità di stories giornaliere consigliate dai social media: spesso bastano dalle 5 alle 10 stories giornaliere. Come dicevamo prima, il discorso varia molto da attività ad attività. Ovviamente devi essere consapevole che più stories inserirai, più le visualizzazioni diminuiranno. Per intenderci: se la tua prima story avrà 300 visualizzazioni, dopo 20 stories queste saranno 5 e di conseguenza avrai sprecato tempo prezioso, che potevi investire nella tua attività per un contenuto che nessuno ha guardato.

Il consiglio che sentiamo di poterti dare è quello di incentrare le tue stories non esclusivamente sui tuoi prodotti, utilizzale per creare un rapporto con i tuoi follower, molto spesso basta chiedere ai tuoi seguaci quale sia il loro prodotto preferito fra quelli che vendi tu. Questo pian piano rafforzerà il rapporto di fiducia con il tuo pubblico. Da questo potrai inoltre guadagnarne anche una bella recensione che aiuterà i nuovi clienti a fidarsi più velocemente di te. Questo è solo un piccolo spunto ma le applicazioni sono centinaia. Testale tutte.

 

Consigli importanti!

Ora qualche consiglio generale. Troverai anche qualche ovvietà ma ti assicuro che fa bene ricordarlo ogni tanto.

  • Ricorda che i social della tua attività sono il volto con il quale ti presenti al mondo. La tua attività può anche essere la più bella ed importante della città ma con dei social brutti anche essa sembrerà brutta agli occhi del mondo!
  • Ricorda di scindere l’utilizzo che fai tu dei tuoi social personali da quello che dovrai fare sulla pagina della tua attività! Parola d’ordine? Professionalità!
  • Ricordati di non esporti sui social della tua attività. Ognuno ha le proprie battaglie ma è meglio riservarle per i propri account privati. Zero politica, a meno che non siate un politico, e zero religione, a meno che non siate un prete.
  • Ricordati che in questo articolo è presente il 2/5% delle informazioni che dovresti conoscere sulla corretta gestione dei social media per le attività commerciali. Non voglio tenere tutte le mie conoscenze per me ma non basterebbero sei giorni di lettura per arrivare al 10%.
  • Ricordati che come per sistemare la tua auto ti affidi ad un meccanico, per ristrutturare il tuo locale ti affidi ad un’impresa edile e per sistemare il tuo impianto elettrico ad un elettricista, per sistemare e gestire efficacemente i tuoi social avrai bisogno di un’agenzia social media specializzata!

Spesso facciamo questo esempio ai clienti che sono convinti di essere in grado di gestire come noi i propri social. Tutti noi abbiamo una moka o una macchinetta del caffè a casa nostra, ognuno di noi è capace di farla funzionare e di preparare del semplicissimo caffè, ma quando poi ne vogliamo uno veramente buono siamo contenti di andare a consumarlo nel nostro bar di fiducia.

Ecco dopo la lettura di questo articolo anche tu sarai capace di gestire meglio i tuoi social aziendali ma solo un Agenzia Pubblicitaria o un professionista è capace di rendere quei social vere e proprie miniere d’oro per le attività.

 

Condividi l'articolo con i tuoi contatti:

Picture of Pio Mele

Pio Mele

Vorresti avviare un progetto con noi?

Non esitare a contattarci! Siamo pronti a farti scoprire le potenzialità nascoste dei social network.
Scopri tutte le informazioni di cui hai bisogno, scopri di più!